ESTETICA

La medicina odierna conviene che essere una persona sana non significa solo essere esente da malattie, ma trovarsi in una condizione di completo benessere fisico e psichico.
Per questo ci occupiamo anche e soprattutto di preservare l’equilibrio psicofisico dei pazienti, di rallentare l’invecchiamento e di correggere in maniera minimamente invasiva quegli inestetismi che possono essere fonte di disagio per il paziente.

Il nostro studio da anni si distingue, per rigore deontologico e metodologia di lavoro, mediante un aggiornamento costante finalizzato a trattamenti medico-estetici di eccellenza.

Con estetica si definiscono le cure odontoiatriche mirate a un miglioramento complessivo del sorriso, obiettivo a cui concorrono molteplici elementi: denti, struttura ossea, gengive, labbra e cute periorale. Fanno quindi parte dell’estetica dentale tutte quelle cure, costantemente in evoluzione, volte a migliorare il sorriso del paziente. Riassumiamo le principali:

FACCETTE DENTALI

Le faccette si applicano sulla superficie esterna del dente per migliorarne la forma, e quindi l’aspetto estetico del sorriso, o per ovviare a eventuali discromie del dente stesso qualora non si sia riuscito con un trattamento sbiancante ad ottenere risultati soddisfacenti. Con questa metodica si può ovviare anche a scheggiature di un singolo dente o a un diastema aumentando la curvatura del dente stesso. Il materiale d’elezione è la porcellana: anche se molto fragile una volta cementato sul dente fa corpo unico con lo stesso. L’applicazione di faccette preserva lo smalto proprio del dente, conservando così la sua naturale protezione.

Generalmente l’intervento si svolge in tre fasi:

INTARSI

I processi cariosi oppure le otturazioni scure (in amalgama) possono essere sostituiti da intarsi, che sono restauri protesici realizzati esternamente, in laboratorio, e possono essere costituiti da resina composita o da ceramica (porcellana). Se prescritti e trattati correttamente garantiscono un lunga durata.

CORONE

Le corone sono protesi per denti singoli, che conservano la radice, particolarmente adatte agli anteriori. Dopo aver opportunamente modellato l’elemento dentario o moncone, si procede con l’applicazione del manufatto protesico, per restituire naturalezza all’arcata sia da un punto di vista estetico sia funzionale. Prive di metallo (metal free), sono il materiale esistente più vicino all’aspetto naturale del dente.

CHIRURGIA ORALE MUCO-GENGIVALE

Ricostruzioni estetiche delle anomalie dei tessuti duri ossei e dei tessuti molli gengivali. In molti casi uno spazzolamento scorretto nella pratica della quotidiana pulizia determina il riassorbimento angolare delle gengive e l’esposizione delle radici sottostanti. Un intervento combinato di chirurgia mucogengivale e conservativa dentale permette di ricreare la gengiva naturale e riparare il dente eroso nella stessa seduta.

SBIANCAMENTO

Lo smalto dei denti può subire variazioni di colore assorbendo la pigmentazione di particolari cibi o bevande, oppure a causa dell’abitudine al fumo, mentre la dentina, parte interna del dente che la naturale traslucenza dello smalto rende visibile, con il trascorrere del tempo e la progressiva retrazione pulpare tende ad ispessirsi, rendendo il dente più scuro e meno brillante.
Le tecniche ambulatoriali di sbiancamento, permettono a ciascun paziente di scegliere l’intensità del risultato, che dipende dalla concentrazione del principio attivo utilizzato e dalla durata del trattamento (tempo di permanenza della soluzione a contatto con i denti).
Lo sbiancamento dentale professionale consiste nell’applicazione di un gel contenente perossido di idrogeno e carbammide che viene appoggiato sulla superficie del dente senza minimamente intaccarla. Una lampada da 30.000 lux attiva il composto che ristabilisce la naturale luminosità originaria.